Esercizio di ripristino dell'energia per uno stato di ipoattivazione sensomotoria

Esercizio di ripristino dell'energia per uno stato di ipoattivazione sensomotoria

Campagna #noirestiamoattivionline

La numerosa popolazione a cui è stato applicato il protocollo scientifico integrato OFFENDER manifesta un'estrema sensibilità alla minaccia di un pericolo. La minaccia di un pericolo attiva il sistema nervoso autonomo che produce risposte automatiche.

I pattern automatici di risposta potrebbero essere attivati in particolare a livello del sistema nervoso parasimpatico con mancanza di energia, sentirsi esausti, rallentati e privi di speranza. 

In questo caso può essere indicato integrare il proprio percorso anche con un esercizio di ripristino dell'energia.

Ipoattivazione sensomotoria

Obiettivo: agevolare il ripristino dell’energia corporea

Istruzioni:

In piedi al centro della stanza. Le gambe sono leggermente divaricate e flesse, i piedi ben a contatto con il pavimento, sentite tutta la pianta del piede poggiare sul pavimento.
Assumete una postura eretta: il busto è dritto, l’addome è leggermente contratto per mantenere la postura e per non far inarcare la schiena; il bacino è leggermente in dentro, i glutei sono contratti (pausa 5 secondi)
Tendete le braccia e le mani dritte davanti a voi e focalizzate l’attenzione sulle mani per circa 30 secondi, respirando tranquillamente.
A questo punto premete le dita allargate di una mano contro quelle dell’altra, esercitate questa pressione per circa 10 secondi (pausa). Rilassate le braccia muovendole lungo il corpo. Ripetete l’attivazione per cinque volte.
Dopo circa un minuto
Terminate le cinque ripetizioni sciogliete le gambe e le braccia muovendole liberamente.
Annotate su un quaderno o su file la sensazione provata.

Esercizio: 

Se capitasse di trovarvi in una situazione di ipoattivazione più volte in una settimana o nella stessa giornata e questa mancanza di energia peggiorasse il funzionamento delle relazioni vi inviatiamo a contatattare il numero 0644246573 o inviare una mail all'indirizzo info@offender.eu e fissare un collquio. 

Esercizio di rilasssamento per uno stato di iperattivazione sensomotoria https://www.offender.eu/articoli/Centro-Presunti-Autori-Esercizio-di-rilassamento-per-uno-stato-di-iperattivazione-sensomotoria.html

SAVE THE DATE: 25 giugno 2020 ore 16:00/18:00 WORKSHOP a distanza "La violenza: dall'eziologia al trattamento. La necessità di un protocollo scientifico." https://www.offender.eu/news/25-giugno-2020,-orario-16:00_18:00-Workshop-a-distanza-gratuito:-La-violenza:-dall'eziologia-al-trattamento.-La-necessit%C3%A0-di-un-protocollo-scientifico..html

Questo articolo rientra nelle attività del progetto “La violenza di genere che non degenera”, vincitore del bando della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità (2017), per il finanziamento di progetti volti alla prevenzione e contrasto della violenza verso le donne anche in attuazione della convenzione di Istanbul – Linea C) Programmi di trattamento degli uomini maltrattanti.

Centro presunti autori e presunte vittime di violenza e stalking: per una consulenza telefonica o in sede contattare lo 0644246573 o inviare una mail all'indirizzo info@offender.eu.

AIUTACI AD AIUTARTI

Dona il tuo 5 X 1000 all’A.I.P.C. C.F. 97238660589, un’equipe di professionisti volontari cha dal 2001 applicano strumenti scientifici integrati alla prevenzione e contrasto di ogni forma di violenza.  

Vuoi restare aggiornato su ricerche, pubblicazioni ed eventi formativi su violenza e stalking? Iscriviti alla nostra newsletter https://mailchef.4dem.it/app/landingpage/view/91z/1x

Riproduzione riservata ©A.I.P.C. Editore 2020