Violenza prevenzione o repressione (prima parte)

Violenza prevenzione o repressione (prima parte)

Progetto La violenza di genere che non degenera

Violenza: prevenzione o repressione? (prima parte) 

La prevenzione persegue l’obiettivo di anticipare l’azione negativa esercitata dai potenziali fattori di rischio sullo sviluppo della violenza e, di evitare l’insorgenza di relazioni violente.

Convenzionalmente  la prevenzione viene diversificata in tre livelli, quello primario, quello secondario e quello terziario – ad ogni livello corrispondono protocolli e destinatari differenti.

Le azioni intraprese dovrebbero tutelare la sicurezza e il benessere della singola persona e di tutte le relazioni interpersonali costruite nell’arco della propria vita.

Sarebbe auspicabile che la prevenzione primaria delle relazioni violente fosse applicata indistintamente a tutte le persone che, consapevolmente o inconsapevolmente, hanno rivestito uno o più ruoli nella relazione violenta.

Qualsiasi percorso non può prescindere dall’acquisizione di una consapevolezza di una possibile eziologia dell’attuale o delle precedenti relazioni violente e, di una possibile eziologia del proprio funzionamento personale e relazionale.

L’assessment (valutazione) dei possibili fattori di rischio di violenza dovrebbe prevedere regolarmente l’uso di strumenti e protocolli scientifici.

Dopo la valutazione dell’indice di disfunzionalità (relazione ©AIPC 2017), il percorso intrapreso risulta ancora più efficace ed efficiente. Il calcolo dell’indice di disfunzionalità (relazione ©AIPC 2017) è sistematicamente determinato per  tutte le persone che hanno rivestito un ruolo nella relazione violenta.

Centro profilassi relazioni disfunzionali e violente https://www.offender.eu/articoli/Delitti-Familiari-Centro-profilassi-relazioni-disfunzionali-e-violente.html

Al momento è in atto il progetto “La violenza di genere che non degenera” vincitore del bando finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le pari Opportunità. I finanziamenti permettono di offrire il protocollo A.I.P.C.© a tutte le persone colpite dalla violenza, in particolare i presunti autori di violenza e stalking. 

Per appuntamenti ed informazioni

Numero Nazionale 06442426573 (dal lunedì’ al venerdì’ orario 09:00_19:00). Numero Nazionale 39 392 440 1930 (festivi e fine settimana orario 12:00_16:00)

Riproduzione riservata ©A.I.P.C. Editore 2020