Psicologia e cinema. Il MOVENTE: il connubio perfetto tra finzione e realtà. (terza parte)

Psicologia e cinema. Il MOVENTE: il connubio perfetto tra finzione e realtà. (terza parte)

Campagna #noirestiamoattivionline

Il MOVENTE: il connubio perfetto tra finzione e realtà. (terza parte)

A renderne testimonianza vi è la seconda parte del film in cui i suoi intimi progetti gli si ritorcono contro: proprio mentre il suo romanzo comincia, infatti, a prendere la giusta direzione, ottenendo anche riscontri positivi alla lettura del suo docente, che giudica il corpo del testo per la prima volta sincero, graffiante, ironico, concreto e pieno di vita, Álvaro viene smascherato nei suoi profondi intenti manipolativi da quelli che egli stesso giudicava essere suoi fedeli alleati.

Entrando maggiormente nel dettaglio, in primo luogo viene denudato nella sua vera essenza dalla portinaia, la quale, cogliendo l'astuzia di Álvaro e sentendosi tradita dal suo finto interesse conclamato, comincia ad indagare sulla sua storia personale, scoprendo la falsità delle sue affermazioni circa la propria vita lavorativa,  giudicandolo, per questo, come un uomo mediocre, totalmente frustrato e privo di reali capacità.

In secondo luogo entrano in scena i suoi vicini di casa, i due giovani coniugi messicani, in gravi difficoltà economiche, i quali, dopo aver colto la falsa disponibilità di Álvaro nell'aiutarli, a loro volta architettano un piano contro di lui. Pensando di poter riempire di colpi di scena il suo romanzo, Álvaro, precedentemente, aveva, di fatti, mentito ai coniugi sia sulla possibilità di reinserimento lavorativo di Enrique (licenziato ingiustamente dal suo datore di lavoro), sia sul pensiero dell'inquilino franchista nei loro confronti.

Combinando ancora una volta realtà e finzione e mostrandosi fintamente volenteroso di aiutarli, l'uomo aveva,  infatti, cercato di convincere entrambe a derubare il vecchio signore del 5 piano, utilizzando come mezzo principale il racconto fittizio sul suo aspro giudizio di denigrazione nei confronti degli immigrati stranieri.

Ma ancora una volta, ecco emergere un imprevedibile colpo di scena: da essere artefice principale del misfatto, Álvaro diviene vittima di un evento spiacevole ed inaspettato. I vicini, dopo aver ricevuto da quest'ultimo informazioni sulla somma di denaro nascosta dall'anziano signore nella cassaforte della sua abitazione, derubano e uccidono il vecchio, servendosi di un cacciavite chiesto in prestito ad Álvaro; nonchè arma successivamente incriminata, nei suoi confronti.

FILMOGRAFIA

Manuel Martin Cuenca. Il movente (El autor). Spagna, Messico: 2017.

Esercizio di rilasssamento per uno stato di iperattivazione sensomotoria https://www.offender.eu/articoli/Centro-Presunti-Autori-Esercizio-di-rilassamento-per-uno-stato-di-iperattivazione-sensomotoria.html

SAVE THE DATE: 25 giugno 2020 ore 16:00/18:00 WORKSHOP a distanza "La violenza: dall'eziologia al trattamento. La necessità di un protocollo scientifico." https://www.offender.eu/news/25-giugno-2020,-orario-16:00_18:00-Workshop-a-distanza-gratuito:-La-violenza:-dall'eziologia-al-trattamento.-La-necessit%C3%A0-di-un-protocollo-scientifico..html

Questo articolo rientra nelle attività del progetto “La violenza di genere che non degenera”, vincitore del bando della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità (2017), per il finanziamento di progetti volti alla prevenzione e contrasto della violenza verso le donne anche in attuazione della convenzione di Istanbul – Linea C) Programmi di trattamento degli uomini maltrattanti.

Centro presunti autori e presunte vittime di violenza e stalking: per una consulenza telefonica o in sede contattare lo 0644246573 o inviare una mail all'indirizzo info@offender.eu.

AIUTACI AD AIUTARTI

Dona il tuo 5 X 1000 all’A.I.P.C. C.F. 97238660589, un’equipe di professionisti volontari cha dal 2001 applicano strumenti scientifici integrati alla prevenzione e contrasto di ogni forma di violenza.  

Vuoi restare aggiornato su ricerche, pubblicazioni ed eventi formativi su violenza e stalking? Iscriviti alla nostra newsletter https://mailchef.4dem.it/app/landingpage/view/91z/1x

Riproduzione riservata ©A.I.P.C. Editore 2020