La violenza tra bene e male (prima parte)

La violenza tra bene e male (prima parte)

LA NECESSITÀ DI UN PROTOCOLLO SCIENTIFICO.

La violenza tra bene e male (prima parte)

L’Associazione Italiana di Psicologia e Criminologia è un’organizzazione di volontariato (ODV), fondata a Roma nel 2001, che si occupa della prevenzione e del contrasto alle condotte violente e persecutorie. Dal 2007 ad oggi, ha accolto un’ampia popolazione, essenzialmente di genere maschile di presunti autori di violenza e stalking costituita da individui che: non hanno ricevuto alcuna sanzione a seguito di una denuncia/querela o ammonimento; individui che hanno ricevuto un suggerimento terapeutico da parte delle Questure convenzionate; si trovano ristrette in alcune case circondariali e che stanno scontando la pena per aver agito condotte violente e persecutorie, essenzialmente nei confronti di donne e minori: sono state sottoposte alla sospensione condizionale della pena (Legge 19 luglio 2019, n. 69); affidate ad attività socialmente utili.

L’Associazione si è sempre occupata di dare voce ed accogliere anche i c.d. carnefici e non solo le vittime, in modo da poter contrastare la violenza dalla base ed evitare il rischio di ricadute e di trasmissione intergenerazionale della violenza. Viene posta in evidenza la necessità di narrare la verità, dando parola non solo alle vittime ma anche ai c.d. carnefici per poter raccontare anche i loro vissuti che li avrebbero portati ad agire i comportamenti violenti e trasmettere il messaggio che chiunque in un momento particolarmente stressante, esposto a dei trigger relazionali e con una disregolazione affettiva pregressa, potrebbe portare a tali acting out.

Vi aspetto la prossima riunione aperta che si terrà mercoledì 9 dicembre alle ore 10:00, la riunione avrà come argomento: Dal trauma affettivo all'acting out violento. Per partecipare è sufficiente cliccare sul link: https://www.facebook.com/1665180694/posts/10221733824729267/?d=n

Parlare con e dei c.d. carnefici non vuol dire assolverli, difenderli o proteggerli, vuol dire solo dargli parola e comprendere cosa accade nella mente, nel cervello e nel corpo di queste persone nel momento in cui agiscono determinati comportamenti; ci fa capire come in un giorno “normale”, in ognuno di noi, potrebbe accadere qualcosa che ci destabilizza, ci devasta e che ci trasporta nel versante del “male”. 

Questo è il paradosso di come la nostra mente, il nostro cervello e le nostre sensazioni possano, apparentemente senza segnali, distruggere la nostra vita e quella altrui  e trasformarci nel “mostro” che pensavamo fosse molto distante da noi. Tali riscontri sono evidenti anche nel testo pubblicato dal Corriere della Sera, ripreso dal libro “la Città dei vivi” nel quale Nicola Lagioia, ha raccontato il famoso caso di Luca Varani. L’autore ha messo in evidenza la necessità di dare la parola ai criminali piuttosto che censurare le loro azioni nascondendosi dietro un’etica e una politica che richiedono di mettere in luce solamente la figura della vittima, senza pensare a cosa invece ha spinto il carnefice ad agire.  Nell’articolo viene posto in evidenza che: “ascoltare le parole degli assassini, raccontarli, non vuol dire assolversi. Chi ne fa dei mostri vuole respingerli […]. Bisogna invece provare a capire, a immedesimarsi nel male, senza giustificare ma respingendo facili manicheismi”.

Vi aspetto la prossima riunione aperta che si terrà mercoledì 9 dicembre alle ore 10:00, la riunione avrà come argomento: Dal trauma affettivo all'acting out violento. Per partecipare è sufficiente cliccare sul link: https://www.facebook.com/1665180694/posts/10221733824729267/?d=n

Tra alcini giorni sarà pubblicata la seconda parte.

Chiunque avesse vissuto o stesse vivendo un caso di violenza o stalking e volesse interrompere tali dinamiche può contatattare:

Numero fisso 06442426573 (dal lunedì al venerdì orario 09:00-19:00)

Numero cellulare 392 440 1930 (festivi e fine settimana orario 12:00-16:00)

Numero WhatsApp per messaggi 3920666515 (dal lunedì al venerdì orario 09:00-19:00) 

O inviare una mail: info@offender.eu

AIUTACI AD AIUTARTI

Dona il tuo 5 X 1000 all’A.I.P.C. C.F. 97238660589, un’equipe di professionisti volontari cha dal 2001 applicano strumenti scientifici integrati alla prevenzione e contrasto di ogni forma di violenza.  

Vuoi restare aggiornato su ricerche, pubblicazioni ed eventi formativi su violenza e stalking? Iscriviti alla nostra newsletter https://mailchef.4dem.it/app/landingpage/view/91z/1x

Riproduzione riservata ©A.I.P.C. Editore 2020