La prossemica ai tempi del coronavirus. La distanza imposta e la disregolazione emotiva.

La prossemica ai tempi del coronavirus. La distanza imposta e la disregolazione emotiva.

Sportello di ascolto specialistico.

La prossemica ai tempi del coronavirus. La distanza imposta e la disregolazione emotiva.

La prossemica è la parte della semiologia che studia il significato assunto, nel comportamento sociale dell’uomo, dalla distanza che l’individuo frappone tra sé e gli altri e tra sé e gli oggetti. Uno spazio (fisico, o sociale) può essere vissuto in modi differenti sia che si tratti, per es., di uno spazio (fisico) sia che si tratti di uno ‘spazio’ all’interno di una entità di lavoro, della famiglia, del gruppo di vicinato, e così via.

La prossemica è la disciplina che studia lo spazio personale, lo spazio sociale e come noi li percepiamo; il termine è stato coniato dall’antropologo americano Edward T. Hall, lo spazio che ci separa dagli altri è uno spazio mentale che esiste nella nostra mappa del mondo.

Hall ha osservato che la distanza tra le persone e ha definito quindi 4 “zone”:

  • La distanza intima(0-45 cm).
  • La distanza personale(45-120 cm) per l’interazione tra amici.
  • La distanza sociale(1,2-3,5 metri) per la comunicazione tra conoscenti o il rapporto insegnante-allievo.
  • La distanza pubblica(oltre i 3,5 metri) per le pubbliche relazioni.

In questi giorni si sta sperimentando uno spazio, delimitato nei modi più creativi, che è borderline tra la distanza personale e quella sociale. Una distanza imposta che sembrerebbe essere difficile da tollerare per alcune persone che si recano in particolare a fare acquisti sia in spazi chiusi che in quelli aperti.

La misura di circa un metro fa sperimentare a queste persone particolari stati psicofisici, come ad esempio fastidio, irritazione e il tentativo di sottrarsi a tale misura. Evidentemente questi stati psicofisici possono essere sperimentati sia perché la distanza è vissuta come inferiore a quella “giusta” sia perché la distanza è vissuta come superiore a quella “giusta”.

Questa distanza subita può sviluppare una disregolazione emotiva e un’interruzione della “stabilità interna” con delle reazioni psicofisiologiche quali l’aumento o la diminuzione della sudorazione, la variazione delle pulsazioni cardiache, l’accelerazione del ritmo respiratorio e una tensione o un rilassamento del tono muscolare significativo, degli sbalzi di umore e una “particolare” propensione ai conflitti.

Sportello di ascolto specialistico

Chiunque stesse vivendo una o più reazioni sopra elencate può ricevere una consulenza gratuita prestata da psicologi psicoterapeuti sia telefonica chiamando il numero 0644246573 sia video su WhatsApp componendo il numero 3920666515 dal lunedì alla domenica ore 09:00/19:00, oppure inviando una mail all’indirizzo info@offender.eu.

Riferimenti:

http://www.treccani.it/enciclopedia/prossemica/

https://ilblogdellamente.com/prossemica/

Le neuroscienze applicate al contrasto della violenza https://www.offender.eu/news/Centro-Presunti-Autori-Le-neuroscienze-applicate-al-contrasto-della-violenza.html

La violenza: Tra scienza, conoscenza e coscienza. Le perdite traumatiche: le matrici del “terzo” nelle relazioni interpersonali (quarta parte) https://www.offender.eu/articoli/Delitti-Familiari-La-violenza:-Tra-scienza,-conoscenza-e-coscienza.-.html?fbclid=IwAR3hLX9138ImNy4kfMGIn6yJ7ZK3oDIaNjSQ-_Uz5RuwSp2Y-K8TpGSiIOc

Vuoi restare aggiornato su pubblicazioni, ricerche ed eventi formativi sulla Violenza e sullo Stalking?
Iscriviti alla nostra Newsletter clicca su   https://mailchef.4dem.it/app/landingpage/view/91z/1xi

Centro profilassi relazioni disfunzionali e violente https://www.offender.eu/articoli/Delitti-Familiari-Centro-profilassi-relazioni-disfunzionali-e-violente.html

Le relazioni violente al tempo del coronavirus! Non vi lasciamo soli con la violenza e il coronavirus https://www.offender.eu/news/Sportello-antiviolenza-e-stalking-Le-relazioni-violente-al-tempo-del-coronavirus!-Non-vi-lasciamo-soli-con-la-violenza-e-il-coronavirus.html?fbclid=IwAR1ndoIsZJvdD81V518mPclhuSyKQ4k1wRgV3B3KVI5oregrztuGyLXtWp8

AIUTACI AD AIUTARTI

Dona il tuo 5 X 1000 all’A.I.P.C. C.F. 97238660589, un’equipe di professionisti volontari cha dal 2001 applicano strumenti scientifici integrati alla prevenzione e contrasto di ogni forma di violenza.  

Riproduzione riservata ©A.I.P.C. Editore 2020